AgID e i caratteri Unicode

Correva l’anno 2003, quando Joel Spolsky, il gestore dell’arcinoto blog Joel on Software, scrisse l’articolo: Il minimo assoluto che ogni sviluppatore software deve assolutamente, decisamente sapere circa Unicode e i set di caratteri (nessuna scusa!).

Joel scrive: “Con l’avvento di Internet è diventato abbastanza comune dover spostare le stringhe di caratteri da un computer ad un altro. Per fortuna è stato inventato Unicode: uno sforzo coraggioso per creare un unico set di caratteri che includesse ogni ragionevole sistema di scrittura esistente sul pianeta”.

Leggendo il divertente articolo, anche un non addetto ai lavori si può fare un’idea del motivo per cui capita che, aprendo una pagina o un documento, le lettere accentate ci appaiano sostituite da caratteri strani.

 

Ogni programmatore dovrebbe saperlo!

 

IndicePACosa c’entra tutto questo con AgID? Nella pagina di apertura dei ticket dell’Indice delle Pubbliche amministrazioni (IPA) sopra il campo Testo della richiesta appare la nota Non utilizzare caratteri accentati.

La presenza di questa nota ci mostra plasticamente due cose che una Pubblica Amministrazione non dovrebbe mai fare:

  1. affidarsi a programmatori che non sappiano cos’è Unicode
  2. far subire agli utenti gli effetti dei propri errori.

 

Secondo me, anche queste sarebbero cose da scrivere nelle linee guida di design per i siti Web della PA.