Occupazione di suolo pubblico

Il suolo pubblico sono le strade, i corsi, le piazze e tutti i beni che appartengono al demanio o al patrimonio indisponibile dei Comuni e delle Province e quelle aree private sulle quali è stata formalmente costituita una servitù di pubblico passaggio.

L’occupazione avviene quando un soggetto privato occupa una porzione del suolo pubblico o dello spazio ad esso soprastante o sottostante sottraendola all’uso pubblico.

Il Decreto Legislativo 15-12-1997, n. 446, art. 63 prevede che l'occupazione di  suolo pubblico sia soggetta a una concessione da parte dell'Amministrazione competente, questo anche per garantire la sicurezza pubblica per quanto riguarda la circolazione dei veicoli e dei pedoni.

I motivi per i quali un soggetto privato può chiedere di occupare il suolo pubblico sono i più disparati: manifestazioni ed eventi, feste, propaganda politica ed elettorale comizi e raccolta di firme, attività di beneficienza, processioni, sfilate e cortei storici, manifestazioni sportive riprese cinematografiche, spettacoli, mercatini e bancarelle, traslochi, lavori edili, cantieri, arredo urbano, tavolini, sedie, espositori di merci negli spazi antistanti gli esercizi commerciali, dehors, chioschi, tende, luminarie.

Per questo motivo i procedimenti amministrativi di concessione e autorizzazione sono frequentemente gestiti da soggetti diversi all'interno dell'Amministrazione, con problemi di comprensione da parte dei cittadini e di coordinamento da parte degli uffici.

Il Decreto Legge 24-06-2014, n. 90 obbliga le pubbliche amministrazioni a predisporre un piano di informatizzazione che preveda di mettere a disposizione dei cittadini servizi online per presentare telematicamente tutte le istanze, comprese quelle relative alla concessione per l'occupazione di suolo pubblico.

La nostra soluzione

La gestione di un tema complesso come quello delle concessioni d'uso del suolo pubblico richiede un approccio unitario che consenta all'amministrazione di avere sotto controllo le occupazioni presenti sul territorio indipendentemente dall'ufficio che rilascia la concessione.
La soluzione di GLOBO è un sistema in cui un semplice front-office lato cittadino e un potente back-office per la gestione geografica dei procedimenti operano in modo perfettamente integrato.

La domanda di concessione o autorizzazione

Modulo Web

Accedendo allo Sportello telematico™ i cittadini trovano le schede che descrivono il procedimento in un linguaggio semplice e sburocratizzato. Sono elencati con precisione i moduli da compilare e gli allegati da presentare, con i relativi formati di consegna.

Uno speciale campo mappa consente al cittadino di disegnare nel modulo l'area interessata dall'occupazione. All'interno del campo mappa possono essere pubblicate le cartografie provenienti da servizi ESRI ArcGIS, oppure rese disponibili da qualsiasi servizio di Web mapping che rispetti le specifiche OGC (WMS, WFS, WFS-T e WCS).

Popolando un campo iCalendar il cittadino inserisce il l'intervallo temporale di occupazione, con la possibilità di inserire periodi ricorrenti.

Una volta compilato il modulo principale, una semplice interfaccia guida l’utente e lo aiuta a predisporre tutti i documenti necessari a completare la pratica. All’utente è presentata una lista dei passi da compiere per poter inviare la pratica: quando si accende la luce verde del semaforo visualizzato sulla pagina vuole dire che la documentazione è completa e il percorso concluso. L’utente può quindi premere il bottone di invio e lo sportello trasmette automaticamente la pratica all’ufficio competente.

La gestione del procedimento

Le istanze compilate sullo Sportello telematico™, dopo essere transitate dal sistema di protocollo e inserite nel sistema documentale dell’Ente, sono acquisite automaticamente all’interno del sistema di back-office Solo1™ senza che l’operatore debba introdurre manualmente i dati della pratica.

Il sistema di back-office Solo1™ guida i soggetti coinvolti nella gestione del procedimento amministrativo, aggiornando automaticamente la banca dati dei numeri civici e predisponendo in automatico i relativi provvedimenti.

Il potente sistema di workflow del sistema di back-office Solo1™ dispaccia le attività ai diversi uffici coinvolti per la raccolta di pareri, l'emissione di ordinanze, la riscossione della tassa o del canone di occupazione.

Il calendario geografico

Un sofisticato plugin del sistema di back-office Solo1™, sulla base della geometria dell'area interessata dall'occupazione e dei periodi temporali richiesti mantiene aggiornato il Calendario geografico™, una banca dati centralizzata dove sono censite tutte le attività che, a diverso titolo implicano l'occupazione di aree pubbliche. Il Calendario geografico™ informa l'operatore di eventuali collisioni con altri eventi.

Il Calendario geografico™ può essere esposto anche in Internet, sul Geoportale dell'Amministrazione per consentirne la consultazione anche da parte dei cittadini.