CatView™

Perché sono importanti le informazioni catastali?

catview

Le informazioni catastali sono di fondamentale importanza per il governo del territorio degli Enti locali per numerosi validi motivi:

  • identificano univocamente gli immobili attraverso una codifica giuridicamente riconosciuta e ampiamente condivisa
  • individuano gli immobili su una mappa
  • attribuiscono agli immobili una redditività e una destinazione d’uso
  • descrivono i diritti dei soggetti
  • tutti i procedimenti amministrativi utilizzano gli identificativi catastali e i dati toponomastici per individuare gli immobili sui quali agiscono.

La centralità dell’informazione catastale è stata sancita da tutti gli interventi legislativi orientati al federalismo fiscale e al decentramento del governo del territorio.

Come si ottengono i dati catastali?

catview

L’Agenzia delle Entrate mette gratuitamente a disposizione degli Enti locali le banche dati catastali.
I dati possono essere scaricati usando il Portale per i Comuni o il Sistema di interscambio. Con i dati scaricati si può costituire, a costo zero, un sistema informativo geografico attraverso il quale consultare dati censuari, cartografici e planimetrie interne degli immobili.

L’Agenzia fornisce anche le planimetrie interne delle Unità Immobiliari Urbane, utili per tutte le attività che richiedono una valutazione accurata della consistenza degli immobili.          
I dati censuari provengono dalle banche dati alfanumeriche del catasto e sono relativi a:

  • unità immobiliari urbane (UIU)
  • particelle del catasto terreni
  • soggetti titolari di diritti sugli immobili (diritti reali)
  • intestazioni.

I dati catastali provengono dalla digitalizzazione dei tradizionali fogli di mappa catastali. Oltre ai perimetri di particelle, acque e strade, riportano la geometria degli edifici e tutte le simbologie, i testi, le annotazioni necessarie a una corretta rappresentazione della mappa.

Cosa si può fare usando CatView™?

Con CatView™ si può costituire presso il proprio Ente una replica della banca dati catastale e ospitarla in un sistema informativo geografico. La banca dati è mantenuta aggiornata importando periodicamente i dati di aggiornamento forniti dall’Agenzia. Usando il software si costituisce così una banca dati storicizzata con la quale consultare la situazione attuale di un immobile o risalire nel tempo per verificare quale fosse la sua situazione a una determinata data.

Importare i dati forniti dall’Agenzia

L’Agenzia fornisce in formati standard:

  • i dati censuari (files .TER, .FAB, .SOG, .TIT)
  • i dati cartografici (files .CXF)
  • le planimetrie (Docfa, TIFF)
  • i dati ICI.

Apposite funzioni permettono poi di importarli nella banca dati di CatView™.

Consultare la banca dati censuaria

Oltre a tutte le ricerche puntuali che possono essere eseguite usando Sister, con CatView™ si possono eseguire ricerche massive e sofisticate su ciascuno degli elementi della banca dati: soggetti, immobili e intestazioni, impostando filtri sugli attributi significativi (identificativi catastali, codice fiscale, etc.).
A partire dalla scheda anagrafica di un immobile (particella terreni o Unità Immobiliare Urbana) si può passare alla lista dei soggetti intestati e, ancora, alla scheda anagrafica di ciascun soggetto. Viceversa, partendo dalla scheda anagrafica di un soggetto si può passare alla lista degli immobili a lui intestati e alla scheda anagrafica dell’immobile. Se a un’Unità Immobiliare Urbana sono associate delle planimetrie, queste possono essere visualizzate e stampate.    
I risultati delle ricerche possono essere usati per eseguire semplici elaborazioni statistiche, per esempio il calcolo della rendita complessiva di un insieme di immobili.        
Le funzioni di stampa permettono infine di ottenere report del tutto analoghi alle visure ottenibili da Sister.

Consultare la banca dati cartografica

Ciò che differenzia radicalmente CatView™ da Sister è una potente interfaccia cartografica.

Si può accedere alla banca dati censuaria selezionando una particella sulla mappa:

  • se è una particella del catasto terreni, si apre la relativa scheda anagrafica
  • se è una particella del catasto urbano, si ottiene la lista delle Unità Immobiliari Urbane che vi insistono per poi passare alla relativa scheda anagrafica.

Viceversa, a partire dalle schede anagrafiche di una particella del catasto terreni o di un’Unità Immobiliare Urbana si può visualizzare la sua posizione sulla mappa catastale.

Il sistema di coordinate Cassini-Soldner adottato dal catasto non è più un problema: con CatView™ si possono sovrapporre con semplicità le mappe catastali alla propria cartografia. L’integrazione con il software CXFToShape+ permette infatti di convertire con precisione le coordinate Cassini-Soldner nei sistemi più comunemente adottati in Italia: Gauss-Boaga (Roma40), UTM (ED50), UTM (WGS84).

L’integrazione con GeoStreets™ consente di localizzare gli immobili anche tramite la toponomastica comunale, superando i limiti derivanti dalla scarsa qualità delle informazioni toponomastiche presenti nelle banche dati catastali.        
Le funzioni di stampa permettono di ottenere estratti mappa di elevata qualità.

Erogare servizi infrastrutturali

CatView™ rende disponibili servizi infrastrutturali per le applicazioni, permettendo così l’accesso ai dati catastali attraverso la cooperazione applicativa e agevolando l’integrazione dei dati catastali nei sistemi gestionali dell’Ente. Per esempio, le funzioni di validazione dell’input dei dati catastali disponibili nei moduli dello Sportello Telematico™ e le funzioni di certificazione urbanistica di UrbanPlanner™ sfruttano i servizi esposti da CatView™.

Attivare la cooperazione applicativa

Gli Enti possono prelevare i dati catastali anche accedendo ai servizi esposti dal Sistema di interscambio dell’Agenzia delle Entrate che permette lo scambio automatico di informazioni tra il Sistema Informativo Catastale Nazionale e i sistemi informativi della PA locale, limitando al massimo l’intervento umano. Dopo aver stipulato un’apposita convenzione possono essere attivati i servizi di cooperazione applicativa di CatView™ che, appoggiandosi al Sistema Pubblico di Connettività, mantengono sincronizzato il sistema informativo catastale dell’Ente con quello dell’Agenzia. L’amministratore del sistema può monitorare i servizi, controllando le iscrizioni e gli scarichi eseguiti, attraverso analisi di dettaglio e statistiche.

Funzionalità estese

catview

Piano particellare

Sovrapponendo la geometria dell’area interessata da un intervento alla mappa catastale, si può predisporre automaticamente il piano particellare individuando gli immobili interessati dall’intervento, le relative superfici, i soggetti intestatari di diritti reali sugli immobili con le relative percentuali di possesso e i valori catastali degli immobili. L’integrazione con Solo1™ consente di gestire efficientemente tutte le successive fasi del procedimento di esproprio.

Aree edificabili

Sovrapponendo la geometria degli azzonamenti urbanistici alla mappa catastale, si può ottenere automaticamente la lista delle aree edificabili con le superfici, i soggetti intestatari di diritti reali con le relative percentuali di possesso. L’integrazione con UrbanPlanner™ consente di ottenere le geometrie degli azzonamenti direttamente dagli elaborati che compongono il piano urbanistico.

In quale architettura è disponibile CatView™?

CatView™ è disponibile in architettura desktop, come estensione di Esri ArcGIS o di GLOBOEdit™, o in architettura Web, perfettamente integrato con Portale e-gov e con GFMaplet™.

SchedaPDF: