GEA™

Dai dati alle informazioni

gea

La Pubblica Amministrazione dispone di grandi quantità di dati, ai quali accede attraverso i propri sistemi gestionali, per svolgere in modo automatizzato le attività istituzionali. Spesso ha a disposizione anche dati forniti da altre Amministrazioni nell’ambito di accordi e convenzioni.

Una grande disponibilità di dati non implica, di per sé, una conoscenza approfondita della realtà. Per ottenere le informazioni necessarie a comprendere fenomeni e prendere decisioni, occorre individuare le relazioni tra i dati.

Correlare dati eterogenei, archiviati in banche dati diverse e gestiti da software non integrati può essere molto difficile, se non addirittura impossibile.

Occorre che i dati siano archiviati in un unico magazzino: un data-warehouse.

Un data-warehouse è un archivio nel quale i dati sono organizzati in modo da consentire agli utenti di stabilire relazioni, eseguire analisi, produrre report a supporto dei processi decisionali.     
Un data-warehouse non si sostituisce in alcun modo ai sistemi gestionali utilizzati dall’organizzazione, ma acquisisce i dati in essi contenuti, li sintetizza, li trasforma e li distribuisce rendendoli disponibili per l’analisi.

GEA™: un data-warehouse geografico

gea

Per dare una risposta concreta alle esigenze di analisi dei dati della Pubblica Amministrazione, in GLOBO abbiamo sviluppato GEA™. Sfruttando le nostre competenze GIS abbiamo realizzato un sistema di Geographical Extended Analysis (Gea, nella mitologia greca è la dea primordiale della terra). GEA™ è un vero e proprio data-warehouse geografico.

Il modello concettuale di GEA™ è molto semplice e intuitivo: il sistema tratta soggetti che possono essere persone fisiche o giuridiche e oggetti che sono elementi fisici come terreni, edifici, numeri civici, strade, automezzi, ecc. Le associazioni connettono i soggetti con gli oggetti, ma anche soggetti con soggetti e oggetti con oggetti. Per fare alcuni esempi concreti:

  • la proprietà, la residenza o il pagamento di una tassa sono associazioni tra soggetti e oggetti
  • la famiglia anagrafica è un’associazione tra soggetti
  • il numero civico di un’Unità Immobiliare Urbana (UIU) catastale è un’associazione tra oggetti.

Se per i soggetti è abbastanza facile individuare il codice fiscale o la partita IVA come chiavi identificative univoche, altrettanto non si può dire per gli oggetti, in particolare per gli immobili. Come bene sanno i responsabili degli uffici tecnici e degli uffici tributi, l’associazione tra numeri civici e identificativi catastali si rivela frequentemente un’impresa disperata.

Per risolvere questo problema GEA™ ricorre all’uso della geografia: collocando gli oggetti su una mappa consente di stabilire correlazioni altrimenti impossibili da individuare.

Le caratteristiche di GEA™

gea

L’integrazione

In GEA™ confluiscono dati provenienti da più sistemi gestionali dell’amministrazione e da fonti esterne. L'utilizzo di codifiche uniformi, un modello concettuale semplice ma rigoroso e l’omogeneizzazione dei dati provenienti da fonti diverse garantisce elevati livelli di integrazione.

La storicizzazione

La realtà modellata da GEA™ è dinamica. Questa dinamicità riguarda tutti gli elementi del modello concettuale:

  • i soggetti: le persone nascono e muoiono, le aziende si costituiscono e si sciolgono
  • gli oggetti: gli immobili si costruiscono e si demoliscono così come le strade e le automobili
  • le associazioni: gli immobili si vendono, cambiano la composizione e la residenza delle famiglie

Un modello dati storicizzato consente di risalire nel tempo e capire le evoluzioni di un fenomeno: per questo motivo a ciascuna delle entità trattate da GEA™ sono associate una data di inizio e di fine validità.

I metadati

I metadati, chiamati anche data about data, qualificano i dati contenuti in GEA™. Forniscono indicazioni circa la provenienza, la qualità, la data di aggiornamento e l’attendibilità di ogni dato trattato.

Interpretazione e analisi

gea

Oltre a mettere a disposizione dell’utente i tradizionali criteri di ricerca sulla base di attributi, l’interfaccia di GEA™ consente un passaggio, senza soluzione di continuità, da una visione
centrata sul soggetto
(al quale sono agganciati numerosi altri soggetti e oggetti tramite le relazioni) a una visione centrata sull’oggetto (al quale sono analogamente associati altri oggetti e soggetti).

gea

Tutti gli oggetti, per i quali siano disponibili informazioni geografiche, possono essere visualizzati sulla mappa tramite l’integrazione con la componente GFMaplet™. Da una selezione sulla mappa è, viceversa, possibile risalire agli oggetti e visualizzare la loro struttura di relazioni.

Oltre a mettere a disposizione degli utenti le tradizionali modalità di ricerca, l’interfaccia di GEA™ è fortemente personalizzabile tramite la costruzione di query utente. Gli utenti evoluti possono inserire dei filtri di ricerca personalizzati che, sfruttando la semplice struttura logica del data-warehouse e le informazioni veicolate dai metadati, consentono di analizzare i dati in modo sofisticato.

Bonifica

Uno dei grandi vantaggi di un sistema di dati integrato come GEA™, è quello di mettere in evidenza, in modo preciso e misurabile, le inevitabili incongruenze tra dati gestiti in strutture diverse dell’ente:  ad esempio, l’ufficio tributi spesso non si preoccupa di verificare l’esattezza degli estremi catastali, purché superfici e importi siano corrispondenti.

Dati incompleti o addirittura mancanti causano un degrado della conoscenza, che determina la perdita di efficienza nella gestione dei processi o addirittura l’impossibilità di eseguire controlli.

I meccanismi di bonifica e controllo di GEA™ permettono di avviare un circolo virtuoso che, innestandosi sulla quotidiana esecuzione dei processi, determina un progressivo miglioramento della qualità dei dati, senza aggravi significativi sull’operatività degli uffici.

BigData

GEA™ è stata progettata e sviluppata con metodologie e tecnologie all’avanguardia, in grado di gestire grandi quantità di dati come quelle provenienti da decine di banche dati di centinaia di enti, in un'unica banca dati ottimizzata per prestazioni e flessibilità. La banca dati GEA™, per le sue caratteristiche, può essere impiegata a sua volta come base per processi esterni di Business Intelligence o Big Data Analysis.

I connettori GEA™

gea

I connettori estraggono i dati dai sistemi gestionali, eseguono le necessarie attività di pre-processing, i controlli di consistenza, la conversione delle strutture dati, e il caricamento della banca dati GEA™. Nei sistemi di sintesi e architetture basate su data-warehouse, queste componenti sono dette processi ETL (Extract, Transform, Load).

Dal punto di vista tecnico, i connettori sono programmi studiati per minimizzare l’allocazione di memoria e il carico della CPU, installati sui server dell’ente. I connettori accedono in sola lettura alle banche dati dei programmi gestionali e trasferiscono i dati di sintesi nella banca dati di GEA™. La frequenza del trasferimento dati è configurabile secondo le esigenze dell’ente.

Un cruscotto di controllo permette agli amministratori del sistema di tenere costantemente monitorato il corretto funzionamento dei connettori attraverso un’interfaccia intuitiva.

Connettore catastale

gea

Accedendo alle banche dati del software GLOBO CatView™, il connettore GEA™ mantiene aggiornato l’elenco dei soggetti, degli immobili e delle intestazioni presenti nella banca dati catastale. La georeferenziazione delle registrazioni contenenti identificativi catastali avviene tramite l’accesso alle mappe catastali di CatView™. L’integrazione del software CatView™ con i servizi di cooperazione applicativa dell’Agenzia delle Entrate garantisce un continuo allineamento tra le banche dati catastali ufficiali e il data-warehouse geografico.

Connettore stradario

gea

Accedendo alle banche dati del software GLOBO Geostreets™, il connettore GEA™ mantiene aggiornato lo stradario e la numerazione civica. La georeferenziazione delle registrazioni contenenti toponimi o numeri civici avviene tramite l’accesso alle mappe di Geostreets ™.

Connettori anagrafici

I connettori anagrafici di GEA™ accedono alla banca dati dell’anagrafe comunale e scaricano i dati anagrafici di sintesi dei soggetti, la composizione dei nuclei familiari e i dati di residenza.
Sono già disponibili i connettori anagrafici per le più diffuse applicazioni di mercato.

Connettori tributari

I connettori tributari di GEA™ accedono alla banca dati dell’ufficio tributi comunale e scaricano i dati tributari di sintesi dei soggetti, ICI, TIA TARSU, IMU, ecc. 
Sono già disponibili i connettori anagrafici per le più diffuse applicazioni di mercato.

Connettore SIATEL

GEA™ è integrata con il sistema SIATEL (Sistema Interscambio Anagrafe Tributaria Enti Locali) del Ministero dell’Economia e delle Finanze, che consente lo scambio attivo di informazioni anagrafiche e tributarie fra amministrazione pubblica centrale e locale:

gea

  • dichiarazioni dei redditi (sintetiche)
  • versamenti F24
  • addizionale Comunale
  • utenze elettriche
  • utenze gas
  • contratti di locazione
  • dichiarazioni di successione.

Connettore Solo1™

gea

Accedendo alle banche dati del software GLOBO Solo1™, il connettore GEA™ scarica i dati relativi alle pratiche presentate dai soggetti. La tipologia delle informazioni che possono essere sincronizzate dipende dagli ambiti sui quali è stata attivata la gestione dei procedimenti (edilizia, attività produttive, urbanistica, servizi sociali, ecc.).

Connettori speciali

Su richiesta del cliente, possono essere sviluppati connettori speciali che consentano di sincronizzare la banca dati GEA™ con sistemi gestionali specifici utilizzati dall’ente.

La profilazione degli utenti

CRS

Tenendo in conto la quantità d’informazioni reperibili in GEA™ e i relativi vincoli di riservatezza, siamo stati particolarmente attenti a definire una profilazione degli utenti accurata e flessibile.
Nei contesti sovracomunali l’abilitazione degli utenti può riguardare anche i singoli enti. Molto interessante è la possibilità offerta ai cittadini di esercitare il diritto di accesso alle informazioni che li riguardano, sfruttando il meccanismo dell’autenticazione forte della Carta Nazionale dei Servizi previsto dal Codice dell’Amministrazione Digitale.

SchedaPDF: