Lavori pubblici

Le normative sui lavori pubblici sono talvolta di difficile interpretazione: il Decreto legislativo 18/04/2016, n. 50 è stato addirittura recentemente integrato e corretto dal Decreto legislativo 19/04/2017, n. 56. Nella gestione dei lavori pubblici l’ente deve fare numerosi adempimenti in tutte le fasi della realizzazione di un’opera pubblica. Senza contare che occorre inoltre trasmettere diverse banche dati e informazioni agli organismi di controllo durante tutto il ciclo di vita di un’opera pubblica.

La gestione dei lavori pubblici non consiste quindi nella semplice redazione di computi metrici, ma si tratta di un processo complesso, che parte dalla pianificazione urbanistica e arriva all'acquisizione del patrimonio delle opere realizzate e alla successiva gestione delle loro manutenzioni.

Il Decreto legislativo 12/04/2006, n. 163, art. 128 chiede che la realizzazione dei lavori pubblici si svolga sulla base di un programma triennale e dei suoi aggiornamenti annuali, da predisporre e approvare insieme all’elenco dei lavori da realizzare nel corso dell’anno nel rispetto della programmazione prevista dalla normativa vigente e dalla normativa urbanistica. L'elenco annuale deve essere approvato insieme al bilancio preventivo, del quale costituisce parte integrante, e deve indicare i mezzi finanziari previsti per realizzare le opere.

Il Decreto legislativo 18/04/2016, n. 50 definisce le funzioni e i compiti del responsabile del procedimento, delineando la figura di un vero e proprio manager ai quali sono attribuiti poteri di coordinamento, verifica, vigilanza, accertamento e sanzione.

Il processo di realizzazione delle opere pubbliche coinvolge l’intera struttura organizzativa del Comune:

  • i servizi tecnici per le opere di urbanizzazione primaria, la gestione di strade e parchi, l’edilizia pubblica, e la gestione fabbricati
  • i servizi amministrativi per redigere delibere e determinazioni e gli adempimenti relativi agli affidamenti lavori, la gestione delle gare d’appalto e la stipulazione dei contratti con le imprese
  • i servizi patrimoniali per l’eventuale gestione delle procedure di esproprio
  • la ragioneria per finanziare gli interventi e il visto di regolarità contabile sulle determinazioni
  • i servizi sociali, dell'istruzione e delle politiche della casa ai quali sono destinate le opere per individuare l’utilizzo e la destinazione delle opere.

Il Decreto Legge del 24/06/2014, n. 90 obbliga le pubbliche amministrazioni a predisporre un piano di informatizzazione che preveda di mettere a disposizione dei cittadini servizi online per presentare telematicamente tutte le istanze, comprese quelle relative alla gestione dei lavori pubblici.

La nostra soluzione

La soluzione di GLOBO integra perfettamente uno Sportello telematico™, che permette a cittadini, imprese e professionisti di compilare e inviare pratiche, e un potente back-office di gestione dei procedimenti chiamato Solo1™, che acquisisce automaticamente tutte le istanze protocollate dall’ente.

Accedendo allo Sportello telematico™ i cittadini consultano le schede che descrivono il procedimento in un linguaggio semplice e sburocratizzato. Sono elencati con precisione i moduli da compilare e gli allegati da presentare, con i relativi formati di consegna.

Le istanze compilate sullo Sportello telematico™, dopo essere transitate dal sistema di protocollo e inserite nel sistema documentale dell’ente, sono acquisite automaticamente all’interno del sistema di back-office Solo1™ senza che l’operatore debba introdurre manualmente i dati della pratica.

Gestione procedimenti

Il sistema di back-office Solo1™ guida i soggetti coinvolti nella gestione di tutti i procedimenti relativi ai lavori pubblici:

  • progettazione e programmazione dell’opera
  • contratto esecuzione lavori
  • contratto esecuzione servizi e forniture
  • programma triennale

L’istruttoria è così gestita in modo completamente automatizzato:

  • con il supporto di un’interfaccia geografica è possibile georeferenziare la pratica, per verificare la presenza di vincoli, l’interferenza con altri servizi e la coerenza con il piano dei servizi
  • è possibile controllare le scadenze, programmare gli adempimenti successivi e scadenzare la trasmissione dei dati agli enti competenti
  • delle potenti funzionalità consentono di raccogliere e calcolare gli innumerevoli parametri di un procedimento di opera pubblica, dalla progettazione al collaudo. I valori finali sono importati automaticamente nel back-office per gestire i report (verbali, lettere, certificazioni) e trasmettere automaticamente le comunicazioni obbligatorie all’Autorità nazionale anti corruzione e agli altri enti coinvolti
  • uno strumento di analisi statistica dei processi consente di ottenere indicatori sul numero e sui tempi di esecuzione delle istanze e di verificare il carico di lavoro degli operatori in base alle singole attività previste nel workflow di un procedimento
  • il sistema di reportistica consente di personalizzare in modo accurato tutte le stampe e i report, includendo qualsiasi parametro della pratica tramite una sorta di stampa-unione.

Rendicontazione

In ogni fase del procedimento delle opere pubbliche sono gestiti i dati relativi alle fonti di finanziamento e alle voci di spesa. I dati economici dell’opera pubblica sono elaborati e archiviati nel programma triennale e annuale, nello studio di fattibilità e nelle fasi di progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva. Il procedimento di gestione dell’opera prevede la registrazione di ogni impegno di spesa, subappalto, stato di avanzamento, perizia suppletiva e collaudo. Il potente tool integrato rende disponibile un quadro economico dinamico sempre aggiornato dal quale è agevole leggere le previsioni di ogni fase progettuale e l’andamento dell’esecuzione dei lavori, confrontando gli importi previsti, le spese impegnate, gli importi liquidati e le somme a disposizione.

Piano particellare

L’integrazione con il software GLOBO CatView™ consente di redigere automaticamente il piano particellare.
Un apposito plugin interseca le aree oggetto di intervento, distinte tra aree da espropriare e aree da occupare temporaneamente, con le geometrie delle particelle catastali. Al termine dell’operazione di intersezione all’istanza Solo1™ sono associati l’elenco degli immobili coinvolti dal procedimento e l’elenco dei soggetti titolari di diritti reali. In un foglio Excel riassuntivo è riportato l’elenco delle ditte e il calcolo delle superfici delle aree e delle relative indennità. Il plugin crea automaticamente un’istanza di gestione della trattativa per ciascuna delle ditte coinvolte.

Integrazione con enti terzi

Il sistema di back-office Solo1™ automatizza tutte le esportazioni dei dati verso gli enti terzi.

Il codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture (Decreto legislativo 12/04/2006, n. 163, art. 7) prevede che le stazioni appaltanti trasmettano periodicamente all'Autorità Nazionale Anti Corruzione una serie di informazioni relative ai procedimenti di scelta del contraente. La trasmissione dei dati avviene utilizzando il Sistema Informativo Monitoraggio Gare (SIMOG).
Inoltre la Legge 06/11/2012, n. 190, art. 1, com. 32 obbliga le stazioni appaltanti a comunicare all’Autorità, entro il 31 gennaio di ogni anno, l’avvenuta pubblicazione sul proprio sito istituzionale delle procedure di scelta del contraente nel formato standard aperto XML.

Il Decreto del Presidente della Repubblica 05/10/2010, n. 207, art. 7 prevede che le stazioni appaltanti trasmettano le informazioni relative ai procedimenti di scelta del contraente all’Osservatorio Regionale Contratti Pubblici, in qualità di sezione distaccata dell’Autorità di Vigilanza dei Contratti Pubblici (AVCP). I dati sono trasmessi in formato XML secondo le specifiche pubblicate sul portale dell’osservatorio.

Il Decreto Ministeriale (Ministero dell’Economia) 26/02/2013 prevede che le stazioni appaltanti trasmettano le informazioni relative ai procedimenti di scelta del contraente al sistema di Monitoraggio Opere Pubbliche della Banca Dati delle Amministrazioni Pubbliche (BDAP-MOP), finalizzato a raccogliere tutte le informazioni necessarie per una corretta rendicontazione della spesa per opere pubbliche in Italia. I dati sono trasmessi in formato XML utilizzando la procedura informatica BATCH-MOP.

I procedimenti

La soluzione GLOBO copre tutti i principali procedimenti gestiti dall’ufficio lavori pubblici.

SchedaPDF: